Ce l’hai il Google CV?

PaolaBonomo

Hai mai cercato il tuo nome su Google? Sai cosa appare nella prima pagina dei risultati della ricerca? Quello è il tuo Google CV (CV = curriculum vitae).

Quello che emerge da questa ricerca rappresenta una prima panoramica che riguarda la nostra identità digitale, tema di cui parla nella prima intervista per She Factor l’avv. Barbara Indovina: tutte le informazioni su di noi (immesse da noi o da altri) “sono a portata di click” e sono la prima occasione di incontro di chi ci trova. La “visita” al nostro Google CV e ai nostri profili avviene spesso prima di avere l’occasione di un incontro offline.

L’output potrebbe essere diverso a seconda del verificarsi di una serie di condizioni: siamo loggati col nostro account di Gmail? Effettuiamo spesso quella ricerca? Usiamo un browser che non abbiamo mai usato prima? La ricerca avviene dal nostro computer? Se poi abbiamo degli omonimi è un tema più complesso!

Ecco l’esempio di ciò che troviamo cercando il Google CV di una dei nostri due giudici!

Condividi!

21 comments on “Ce l’hai il Google CV?

  1. Patricia scrive:

    L’omonimia ci sarà sempre…..

  2. Giovanna scrive:

    Check effettuato. Tutto regolare. :-).

  3. Laura scrive:

    Ho controllato il mio google cv, sono abbastanza soddisfatta pensavo di essere più anonima :)

  4. Il mio è parecchio ingombrante, passa da me come persona, alla mia azienda di bijoux fino ad arrivare al blog personale. Materiale sul fuoco esiste ed ESISTO!

  5. Giovanna scrive:

    È’ la prima volta che provo a cercarmi. Mi ritrovo tra altre omonime su fb e in evidenza su linkedin. Seguono poi altre notizie con cui non ho a che fare .

  6. Al primo posto compare Linkedin, al secondo Twitter, al terzo Facebook, ma non sono io. Si tratta di un omonimo americano di colore, e questo già di per se stesso è strano perché ho sempre considerato il mio cognome fortemente legato al territorio veneto. Non c’è traccia invece del mio profilo FB e per me questo rimane un mistero, ma ammetto che non ho una conoscenza professionale dei social network. Dovrei forse cambiare le impostazioni.
    Poi compaiono articoli che riportano la mia partecipazione come relatore a seminari e corsi… e qui finisce la prima pagina! Il bello viene dalla seconda pagina in poi dove mi alterno con artisti di musica brasiliana!

  7. laura masiero scrive:

    Il primo risultato riguarda l’attrice veneziana Lauretta Masiero (Wikipedia).
    Poi ci sono 2 risultati di facebook: il primo un elenco di profili, il secondo un profilo di un’omonima, tra l’altro della stessa mia cittadina (ma lo sapevo di non risultare su fb, ho impostato la privacy! Penso che – forse sbagliando, ma lo capirò anche da qui – su Facebook ci sia troppa vita privata, magari inserita non sempre da me… e preferisco condividerla solo con gli amici).
    Il quarto risultato è un elenco di profili Linkedin e il secondo corrisponde al mio (comprensivo di foto).
    L’ottavo risultato è il mio profilo twitter.
    Tra il quarto e l’ottavo… “Addio a Lauretta Masiero infallibile Laura Storm della tv”!!! :)

  8. Silvia scrive:

    Ho appena scoperto cos’è un Google CV e qualche secondo dopo ho realizzato che il mio è pessimo… Ho talmente tante omonime che il GCV risulta anonimo

  9. arianna scrive:

    Avevo iniziato a cercarmi qualcosa come 8 anni fa. Non c’erano social connessi ma solo pagine legate alla mia esperienza lavorativa.
    L’ho rifatto stasera e ovviamente trovo cose completamente diverse. Nessuna pagina dal sito aziendale -non è più di moda lasciare nomi e contatti all’interno. Qualche social network ma non tutti a causa di una netta separazione che ho fatto tra vita pubblica e vita privata. Scelta che piano piano sto abbandonando.
    E stupore, anche un video di un progetto legato allo sviluppo delle poliche giovanili nel distretto dove mi sono trasferita.
    Devo dire che non mi dispiace.
    Le foto sono rare, solo omonime, ma va bene così.

  10. Nella prima pagina sembra tutto ok … a parte una omonima che ha un account instagram @rospetta 12. dalla seconda pagina in poi aumentano i casi di omonimia …

  11. Ricercando “Alessandra Marconato” nella prima pagina che si visualizza ci sono io e sotto una mia omonima che, da quello che ho capito, ha un profilo instagram “@rospetta12″ … l’account scelto non mi ha fatto molto piacere … fortuna che c’è una foto dove si capisce subito che non sono io. Dalla seconda pagina in poi aumentano i casi di omonimia …

  12. Oriella scrive:

    è strano perché io su Linkedin non pubblico praticamente niente, mentre riesco ad essere più attiva su FB e Twitter.
    Eppure, il primo risultato è quello di Linkedin

  13. Maria Paola scrive:

    Beh, direi che non mi lamento. Ci sono io, alcuni miei scritti, le mie competenze.
    Misti a qualche informazione sul balletto e sul teatro, legati alla mia omonima cugina artista…

  14. Lisa scrive:

    Il mio Google CV è ricco di cose che ho fatto e ci sono molte immagini che non ricordavo e notizie che avevo tralasciato.

  15. Patrizia Loiola scrive:

    Il mio Google CV è come una pugnalata allo stomaco ogni volta che lo leggo dal mio pc (per fortuna dall’Iphone invece è tutto molto positivo!) : una macchia nera, triste e per me ancora dolorosa fra tante cose interessanti, positive, ricche, esaltanti, costruite in più di 25 anni di vita professionale (e personale). Viene fuori solo nel mio Google CV, quindi figuratevi quanto io lo possa amare….tutti gli altri strumenti che parlano della mia storia credo diano una ricchezza di esperienza (e molti sono i complimenti ricevuti e le reti create..) ma Google CV è una spina nel fianco, riporta una notizia incredibilmente negativa, se uno la legge così presa in modo isolato, rimasta li nel web, dopo tanto tempo, nonostante l’innocenza sul fatto raccontato, anzi la completa estraneità. Rimasta li perchè tutti ci cliccano sopra (dato che per attività professionale ho una certa visibilità e utilizzo questi mezzi per lavoro) e per tutti i tentativi fatti di utilizzo di altri social, di azioni legali al giornale, di richieste a Google nulla ancora, è sempre li, all’inizio, come se fosse il principio di tutto. Perchè ci sono delle situazioni in cui divenire colpevoli basta un attimo, una mattina di maggio qualsiasi, poi per dimostrare che sei innocente ci vogliono mesi, poi per togliere una macchia dal google CV ci vogliono anni….
    Per fortuna la mia credibilità professionale (il mio Personal Branding appunto…) si è costruito in anni e anni (quando i social non esistevano…) e quindi tutto è andato avanti senza grossi intoppi, la mia attività è proseguita, anzi ho fatto tante altre cose, credo anche rafforzando reti e relazioni, anche grazie a questa esperienza.
    Qualcuno nel tempo ha visitato il mio Google CV : alcuni hanno chiesto spiegazioni, pochi si sono eclissati, ma chissà se ci sono state occasioni perse? Forse si, anzi sicuramente si, per il resto la mia rete ha retto alla grande allora, perchè il primo e più forte “valorizzatore” del tuo Personal Branding non può che essere formato dalle persone che conosci direttamente e che possono sostenerti anche quando Google CV lo manderesti, sentitamente, a quel paese!! Oggi uso questa esperienza come un caso da raccontare alle persone che incontro come orientatrice e formatrice esperenziale, nell’attesa di quel benedetto pezzo di carta che mi permetterà di obbligare Google a togliere dal mio GCV la macchia nera!!

  16. Martina scrive:

    Anche io ho un’omonima che contende foto e posizionamenti! SUl Google CV, nella sezione SERP mi sono fatta valere, nelle immagini invece è tutto un pasticcio! 😀

  17. alice scrive:

    in effetti mentre su linkedin ci sono e nei primi link , non è così per fb, a causa della numerosità di omonime ,e forse perchè non svolgo una attività sfrenata su fb.

  18. elisabetta favale scrive:

    Il mio Google cv è composto da numerose pagine. Ho avuto spesso il coraggio di buttarmi in progetti sperimentali che mi hanno dato una buona visibilità. Ho motivo di pensare che la mia web reputation nn è poi tanto male!

  19. Valentina scrive:

    Mi avevano parlato del G cv ma non m’avevano detto che fosse il risultato google del nostro nome e cognome :) Grazie per la delucidazione

  20. sharon scrive:

    Ecco io ho un omonima abbastanza ingombrante, visto che è una scrittrice molto conosciuta, in effetti io e lei ci contendiamo le prime posizioni su google :)

Comments are closed.